Come diventare scrittori più produttivi

Quante volte hai cominciato a scrivere un romanzo e poi ti sei fermato a metà. Oppure hai un’idea brillante alle 3 di notte e la mattina dopo proprio non riesci a metterla sulla carta.

La scrittura richiede creatività e abilità, ma soprattutto costanza. Si sa, questa dote non è proprio per tutti…

Ci sono però dei consigli per migliorare la propria produttività di scrittori. Quindi, ecco a te i miei modi per diventare uno scrittore più produttivo.

Come diventare uno scrittore migliore

Hai bisogno essenzialmente di tre ingredienti:

  • una routine da rispettare
  • un ambiente motivante
  • gli strumenti giusti

Routine

Conta parole e tempo di scrittura

Il tuo cervello è abitudinario. Pian piano si adatta alle situazioni e svolge compiti in automatico. Un po’ come quando devi imparare ad andare in auto: all’inizio hai paura, ragioni su quando mettere le marce, quando accelerare, ma poi diventa tutto automatico.

Con la scrittura funziona così. Non aspettarti di sederti alla scrivania a scrivere mezzo romanzo. Il tuo cervello non ti seguirà. Piuttosto, scrivi un po’ di parole al giorno e aumenta la quantità sempre di più.

Comincia con formati brevi, come articoli o racconti. Scrivi 500 parole il primo giorno (io impiego mezz’ora per scrivere un articolo da 500 parole). Il giorno dopo ne aggiungi 50 e così poco alla volta.

Quando misuri le parole che scrivi, utilizza due metriche: numero parole e tempo che impieghi per scriverle in modo ottimale. Giorno dopo giorno, troverai la giusta misura di parole e il tempo per scriverle.

Potresti renderti conto di riuscire a scrivere solo 2000 parole in un’ora e mezza e questa sarà la tua misura per quando comincerai a scrivere il tuo romanzo. Potrai dunque basarti su questo rapporto parole/tempo, per organizzare la tua routine di scrittura.

Se sai di avere un’ora e mezza di tempo prima di cena, allora sai anche che potrai occuparti della stesura di 2000 parole. Un romanzo ha di solito dalle 50.000 parole in su. Immagina di aver tenuto come limite ipotetico 60.000 parole. Se scrivi tutti i giorni ti basteranno solo trenta giorni per concludere la tua opera.

Il conto parole/tempo ti serve quindi per impostare una routine di scrittura su misura per le tue capacità e i tuoi impegni. Se la rispetti, riuscirai a completare la tua opera nei tempi previsti e a combattere il blocco dello scrittore.

La scaletta

Già in questo articolo ti avevo parlato dell’importanza della scaletta.

Non si tratta solo di un passaggio fondamentale per visualizzare tutti i passaggi della narrazione e individuare da subito eventuali errori di logica. E’ anche uno strumento importante per organizzare la routine di scrittura.

Prendi la tua scaletta e dividi il tuo lavoro in base ai giorni che hai a disposizione per scrivere e il numero di parole che riesci a raggiungere quotidianamente. In questo modo, avrai creato una tabella di marcia su misura della tua storia e della tua velocità a scrivere.

Ora, non ti resta che rispettarla, ma come? Prosegui per altri consigli.

Imposta un rito prima di scrivere

Quando devi andare a dormire, certamente metti in atto dei gesti abitudinari che ti preparano al sonno. Ti strucchi, vai in bagno, ti lavi i denti, ti spalmi la crema. Così, ripetendo sempre gli stessi gesti, prepari la tua mente al sonno.

Funziona così anche con la scrittura. Prima di metterti a scrivere, imposta un rituale. Può essere qualcosa di semplice: fatti una doccia, mettiti vestiti comodi, preparati un tè, accendi una candela profumata. Questo serve per convincere il tuo cervello, giorno dopo giorno, che dopo una serie di azioni dovrà tirare fuori tutta la creatività per permetterti di scrivere.

Inoltre, fare delle cose che ti preparino alla scrittura è anche un modo per liberare la mente e ti consentano di scrivere con più motivazione, senza distrazioni.

Ambiente

Sii professionale

Per creare un ambiente che stimoli la scrittura, devi partire innanzitutto da te. Ti potrà sembrare una cavolata, ma se indossi dei vestiti che ti mettono a tuo agio e ti fanno sentire più professionale, allora scrivi anche meglio.

Prima di scrivere, quindi, prenditi cura anche della tua immagine. Ti darà una sferzata di energia che non ti aspetti!

Inoltre, anche i vestiti che indossi possono convincere il tuo cervello che è ora di scrivere: se scegli un particolare completo e fai di esso la tua “divisa” da scrittore, ogni volta che lo indosserai ti sentirai pronto per metterti alla tastiera.

Elimina il superfluo

Hai presente cosa fa il tuo computer se hai troppe finestre aperte? E’ lento. Funziona allo stesso modo nella tua mente: se intorno a te hai troppe distrazioni, allora scriverai piano e male.

  • scegli un luogo abbastanza silenzioso e chiudi la porta
  • chiedi a chi ti circonda di non disturbarti per tutto il tempo che ti serve, magari creando un segnale, una sorta di cartello “do not disturb” che lasci intendere il tuo impegno
  • se lavori in un ufficio o in una zona rumorosa, mettiti dei tappi, oppure ascolta onde alfa
  • usa il cellulare per la produttività, non per guardare messaggi, social o altro
  • usa le app della produttività da PC e spegni il cellulare, se possibile
  • non ascoltare la musica, neanche quella classica. Tu pensi che ti faccia stare meglio, ma in realtà rallenta molto il tuo lavoro
  • allontana qualsiasi fonte rumorosa dalla tua camera
  • togli dalla tua scrivania tutti gli oggetti che ti distraggono, mettila a posto in modo da creare un ambiente ordinato e stimolante.

Se ti annoi, stravolgi la routine e creane un’altra

Comincia a scrivere in biblioteca, in un caffè, al parco, in uno spazio coworking. La noia è il peggior nemico di uno scrittore, quindi, ogni tanto, dai una svolta alla tua routine e creane una tutta nuova.

Strumenti

  • Scarica una app per la creativity boost. Ad esempio, ti posso consigliare Curator oppure Brainsparker.
  • Usa un software per la produttività d’ufficio efficiente e veloce. Io, per esempio, ho abbandonato Word o Libre Office per buttarmi su Google Doc, il quale salva automaticamente tutto ciò che faccio e non devo preoccuparmi del salvataggio dei documenti.
  • Scarica una app per prendere gli appunti come Evernote, in modo da fissare tutto ciò che ti viene in mente e che vuoi riprendere più tardi.
  • Per aumentare la velocità della scrittura, usa Swiftkey. E’ una app molto smart che ti suggerisce le parole prima che tu le scriva.
  • Io consiglio sempre anche un supporto “analogico” per i tuoi impegni. Io adoro le agende e i calendari, in quanto scrivere a mano mi aiuta a memorizzare meglio ciò che devo fare.

Consigli per trovare ispirazione per un romanzo

  • Muoviti. Fare attività fisica consente di sfogare lo stress, liberare la mente, uscire di casa (in alcuni casi) e stimolare la circolazione sanguigna verso il cervello.
  • Fai uno spuntino prima di scrivere, in modo che i gorgoglii del tuo stomaco non ti distraggano.
  • Medita. La meditazione riduce lo stress, migliora la concentrazione, migliora il benessere generale e l’umore, rallenta il processo di invecchiamento, aiuta a dormire, aumenta la capacità di attenzione, rafforza il sistema immunitario e il metabolismo e, soprattutto, migliora la concentrazione. Bastano anche solo 10 minuti al giorno.
  • Esci di casa. Frequenta posti dove c’è molta gente e focalizza l’attenzione sui loro discorsi. Sì, diventa un tantinello spione. Ascolta le storie delle altre persone, cerca di comprendere la loro personalità, il loro modo di pensare, di agire…fantastica sulle vicende della loro vita. Sai quanti spunti per i tuoi contenuti narrativi?
  • Focalizzati sui tuoi obiettivi di scrittura. Ogni mattina, imposta degli obiettivi che vuoi raggiungere entro la fine della giornata. Scrivili, in modo che rimangano ben impressi nel tuo cervello. Prendi qualche minuto ogni giorno per sederti e impostare il tuo cervello nella giusta direzione. Sarai così meno sensibile alle distrazioni. Dividi i tuoi obiettivi in due gruppi: a breve termine, piccole azioni quotidiane, e a lungo termine, risultato di tutte questi piccoli goals che raggiungi ogni giorno.

Come scrivere più in fretta?

Ti svelo un trucco che ho scoperto su LinkedIn. Si chiama “Timing Bomb” ed è fantastico per metterti fretta e consegnare prima i lavori.

Prima di tutto riporto una frase di Cyril Northcote Parkinson:

Se ti dai più tempo del necessario nel fare una cosa, probabilmente sarà comunque quello il tempo che impiegherai nel farla. Perché te la prenderai comoda, guarderai e riguarderai le stesse cose, considererai più opzioni del necessario invece di restringere il campo. Al contrario, meno tempo ti dai, più resti focalizzato, meno tempo perdi, e più produttivo sarà il tuo modo di agire.

Ecco su cosa si basa il timing bomb: quando scrivi, immagina di avere una bomba sotto la scrivania. Se consegni in tempo, non esploderà, altrimenti sei morto. Drastico, ma efficace.

La morale è che se hai meno tempo per scrivere, allora lo farai più velocemente. Quindi, crea urgenza e mettiti al lavoro!