Power Words, parole potenti: cosa sono e come usarle al meglio per scrivere

Quando si scrive, si sta trasmettendo un messaggio, indipendente dal genere e dal contenuto della scrittura.

Ci sono poi occasioni in cui scrivere diventa un modo per spingere il lettore a compiere un’azione, che sia riflettere, cambiare opinione, commuoversi, comprare un prodotto o condividere un contenuto.

In tutti questi casi, la scrittura deve essere persuasiva, colpire le emozioni del lettore e invitarlo ad agire. Per fare questo, non solo il tono deve essere coinvolgente e l’argomento interessante, ma le parole usate devono saper colpire il lettore nel profondo. Questi termini che spingono all’azione, si chiamano power words.

Un’azienda vale come la sua parola

Era così il proverbio? No, forse no…

Le parole hanno un potere incredibile. Possono divertire, far commuovere, spaventare, spingere a cambiare la visione del mondo e segnare la vita di una persona per sempre.

L’uso delle power words

Le parole sono uno strumento per attirare l’attenzione, persuadere, convincere, emozionare. Insomma, sono potenti. Le power words sono uno strumento fondamentale in diversi ambiti, come il marketing o il giornalismo.

In pubblicità, infatti, l’obiettivo è quello di vendere e, come dimostrano i recenti studi sul neuromarketing, il cliente acquista non seguendo dei ragionamenti logici ma le sue emozioni. Si lascia trascinare da errori cognitivi, pregiudizi, paradigmi mentali, senza ragionare troppo. Una comunicazione promozionale efficace, quindi, sa parlare al cuore del consumatore e non alla sua testa.

Utilizza parole per spaventarlo, creare urgenza, fargli percepire un bisogno che solo l’azienda che sta facendo pubblicità può risolvere.

Nel giornalismo, invece, è importante usare power words per catturare l’attenzione del lettore e vendere la notizia. I titoli giornalistici sono spesso sensazionalistici, utilizzano parole forti come “omicidio”, “tragedia”, “giallo”, “crisi”, “violenza”. Questo perché un titolo del genere sa attirare il lettore come una calamita e lo spinge a leggere la notizia dall’inizio alla fine.

Hai presente le vetrine delle edicole? I giornali hanno tutti scritte emozionali in copertina, proprio per portare il lettore a comprare quella rivista.

Le ppower words, comunque, non sono utili solo in giornalismo o nel marketing. Qualunque testo tu scriva, una email, un romanzo, un saggio, se vuoi andare a toccare gli interruttori psicologici ed emotivi del tuo lettore, allora non potrai fare a meno delle power words.

Ora che conosci la definizione e l’uso delle power words, vediamo gli esempi più comuni divisi in categorie.

Esempi di power words

Parole di avidità

L’essere umano é molto legato al denaro. Mia nonna diceva che tutti i litigi e le guerre sono causati dai soldi.

Ció significa che parlare di risparmio, riduzione del rischio, convenienza ecc. fa scattare nella mente delle persone come una campanella di avviso: ehi, sei di fronte a un contenuto interessante!

Ovviamente queste parole sono utilissime nel marketing, perché consentono di vendere.

I termini più forti legati al vil denaro sono:

  • Affare
  • Premio
  • Risparmio
  • Gratis
  • Regalo
  • Offerta
  • Economico
  • Sconto
  • Paghi due prendi uno
  • Sottocosto

Parole di curiosità

L’essere umano é curioso di sua natura: vuole sapere cos succede attorno a lui, esplorare il mondo, conoscere nuove persone, raccogliere informazioni.

Queste parole soddisfano la voglia di curiosità dei lettori:

  • Scioccante
  • Incredibile
  • Segreto
  • Proibito
  • Sconosciuto
  • Misterioso
  • Confessione
  • Giallo
  • Inesplorato
  • Dimenticato

Parole per pigri

Le persone, se sentono di dover fare uno sforzo, non si concentrano sul contenuto scritto. Probabilmente, ciò che viene venduto o l’argomento trattato richiede troppo sforzo e allora va evitato. Per convincere una persona a leggere quello che hai scritto, usa queste parole:

  • Tutto compreso
  • Facile
  • Veloce
  • Un clic
  • Un attimo
  • Adesso
  • Subito
  • Immediato
  • Efficiente
  • Nessuno sforzo

Power Words e libido

Al pari di mangiare e bere, il sesso soddisfa un bisogno umano. Alle persone piace parlare di sesso: è un argomento a tratti divertente, leggero, informale, anche un po’ proibito ed eccitante. Quindi, quando scrivi, osa:

  • Desiderio
  • Vizio
  • Lussuria
  • Nudo
  • Esotico
  • Stimolante
  • Pelle
  • Sensi
  • Brivido
  • Sexy

Parole di stupore

Alle persone piace essere sorprese. Ecco perché queste parole potrebbero tenerle attaccate al tuo testo:

  • wow
  • stupefacente
  • incredibile
  • elegante
  • Magia
  • Incanto
  • Imbattibile
  • Nuovo
  • Unico
  • Spettacolo

Power Words sulla fiducia

Quando parliamo, il nostro interlocutore può fare due cose: crederci o no. Se usiamo alcune parole, riusciamo ad aumentare la sua fiducia nei nostri confronti e lo rendiamo così più propenso all’ascolto:

  • Clinicamente Certificato
  • Approvato
  • Nessun impegno
  • Sicuro
  • Votato
  • Migliore
  • Senza rischi
  • Rimborso
  • Garanzia
  • Per sempre

Parole di rabbia

La rabbia è un’emozione molto forte che sa scatenare una reazione veloce e immediata. Se vogliamo vendere un prodotto o spingere un lettore a intraprendere un’azione, è bene farlo arrabbiare, in modo che prenda provvedimenti da subito:

  • Ostile
  • Odio
  • Snob
  • Abuso
  • Potere
  • Diatriba
  • Discriminazione
  • Vittima
  • Vizioso
  • Debole

Power words di paura

Esattamente come la rabbia, anche la paura spinge le persone a fare cose irrazionali. E’ il classico effetto del “vetro infranto”: quando c’è un terremoto, le persone piuttosto di morire si buttano dalla finestra senza neanche aprirla:

  • Pazzo
  • Spaventoso
  • Agghiacciante
  • Brutale
  • Calamità
  • Tragedia
  • Crisi
  • Rottura
  • Rivoluzione
  • Malattia

Come usare le power words quando scrivi?

  • Leggi il tuo testo e chiediti se ogni parola ha il giusto peso sul messaggio che stai lanciando. Ciò che scrivi ha l’effetto che stai cercando?
  • Usa il dizionario dei sinonimi e contrari per trovare il termine migliore per esprimere qualsiasi concetto
  • Usa le figure retoriche per arricchire il testo e fornire delle immagini comprensibili usando poche parole
  • Usa il linguaggio figurato. Ogni parola ha diversi sinonimi, alcuni dei quali vanno bene in contesti specifici. Se estrapoli il termine dal suo contesto per inserirne in un altro e sortire così un effetto straniante, ma efficace, allora il tuo contenuto risulta più interessante. Es: nido è il luogo dove gli uccelli depongono le uova. Tuttavia, se usato per indicare una casa, significa una dimora in cui due innamorati si rintanano. Oppure, divorare vuol dire mangiare ingordamente, ma se usato per indicare uno studioso che “divora i libri”, prende il significato di compiere un’azione con ardore
  • Non temere di risultare poetico o sensazionalistico, ma trova il giusto compromesso tra formalità e linguaggio lirico